TRAUMI, EMERGENZE E RIATLETIZZAZIONE

Crediti: 
11
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Il contenuto delle attività formative, deve permettere di raggiungere le competenze professionali attraverso una formazione teorica e pratica che includa l’acquisizione di competenze comportamentali e che venga conseguita nel contesto lavorativo specifico, così da garantire, al termine del percorso, la piena padronanza di tutte le necessarie competenze e la loro immediata spendibilità nell’ambiente di lavoro.

Contenuti dell'insegnamento

saranno trattate le patologie di interesse ortopedico e traumatologico e i relativi interventi chirurugici e riabilitativi nonchè i comportamenti professionali del laureato

Programma esteso

ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA. Cenni storici sull’Ortopedia. - Displasia congenita dell’anca (definizione, eziopatogenesi, prelussazione, lussazione franca, lussazione inveterata, principi di terapia ortopedica e chirurgica).
Piede torto congenito (piede equino-varo spinato, piede talo-valgopronato, metatarso varo, piede piatto-valgo-reflesso). Piede cavo, piede piatto. Alluce valgo. Metatarsalgie. Torcicollo (congenito osseo, piogeno ostetrico, torcicolli secondari ad eziologia varia). Distrofie meta-epifisarie giovanili o Osteocondrosi (malattia di Perthes, epifisiolisi). Scoliosi (scoliosi congenite ossee, scoliosi acquisite, scoliosi idiomatica giovanile. Diagnosi, quadri clinici e principi di terapia). Artrosi (generalità, classificazione, anatomia patologica, quadri clinici e radiografici. Artrosi vertebrale (artrosi dell’anca, artrosi del ginocchio). Algie di origine discale (lombalgie, lombosciatalgie, lombocruralgie, cervicobrachialgia. Principi di terapia). Generalità sui tumori primitivi e metastatici.
Principi generali di traumatologia (Generalità su contusioni, distorsioni, lussazioni e fratture. Segni clinici di frattura, fratture esposte, fratture articolari, distacchi epifisari ed ipofisari, epifisiolisi fratture da durata, fratture patologiche. Lussazioni recidivanti o abituali). - Processi di guarigione di una frattura. - Ritardo di consolidazione e pseudoartrosi; complicazioni delle fratture e lussazioni. Principali fratture degli arti e le fratture vertebro-midollari. Fratture del collo del femore. Le lesioni capsulo-ligamentose del ginocchio e le lesioni meniscali. Sindrome del tunnel carpale . Malattia di Dupuytren - Artrosi trapezio-metacarpale (o rizoartrosi). Artrosi deformante mano. Dito a “scatto”. Mano reumatoide . Fratture scafoide carpale. Tenosinoviti – tenovaginalite stenosante ( M. De quervain )
PRINCIPI DI MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE. Fisioterapia strumentale: termoterapia, ipertermia endogena, crioterapia, elettroterapia, T.e.n.s., C.diadinamiche, laserterapia, magnetoterapia, ultrasuoni, onde d’urto . Principali metodiche riabilitative: Kinesiterapia passiva – assistita - attiva, ergoterapia, meccanoterapia, facilitazioni propriocettive neuromuscolari, massoterapia. Programmi riabilitativi nelle patologie cronico-degenerative e traumatiche dell’apparato locomotore.

Bibliografia

Appunti forniti dal docente
MANUALE DI ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA", Autori: F. Benazzo, F. Ceccarelli, G. Cerulli, M. D'Arienzo, L. de Palma, F. Franchin, S. Gatto, V. Guzzanti, R. Mora, V. Patella, D. Ronca, M. A. Rosa, G.Sessa, U. Tarantino, C. Villani - Monduzzi Editore - CLINICA ORTOPEDICA Autore: M. Campanacci, Patron Editore - "MANUALE DI ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA" : Autori: S. Giannini, C. Faldini Edizioni Minerva Medica - "MANUALE DI ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA" 2a Edizione: Autori F.A. Grassi, U.E. Pazzaglia, G. Pilato, G. Zatti, Ed. Elsevier - LA RIABILITAZIONE IN ORTOPEDIA" S. Brent Brotzman, Kevin E. Wilk . II° Edizione, Ed. Excerpta Medica

Metodi didattici

Saranno effettuate Lezioni frontali con l'ausilio di presentazioni orali con proiezione di slides e coinvolgimento interattivo dello studente secondo gli orari definiti ad inizio anno accademico

Modalità verifica apprendimento

La valutazione del grado di preparazione dello studente avverrà con esami orali e verterà sui contenuti degli argomenti definiti dal programma didattico