Sbocchi professionali

Il laureato in scienze motorie può trovare impiego come tecnico specializzato in società sportive, organizzazioni del terzo settore o imprese pubbliche, coopeerative o private nel compo dei servizi alla persona. Potrà specializzarsi come istruttore di specifiche discipline sportive, come responsabile tecnico dell’attuazione di programmi di attività in palestre o strutture sportive, o come coordinatore o dirigente delle attività in palestra.  Potrà infine approfondire le sue competenze nella pratica tecnico-sportiva per diventare, così, preparatore atletico presso società sportive dilettantistiiche o professionistiche.

Abilità Comunicative

I laureati sono in grado di:
- sintetizzare e riferire contenuti acquisiti nel percorso formativo o nella lettura di testi ed articoli scientifici anche in modo autonomo;
- utilizzare un linguaggio corretto e appropriato nel relazionarsi a soggetti di diversa età, abilità, genere, condizione socio-culturale;
- motivare, coinvolgere e rassicurare gli utenti individuali e di gruppo in tutte le fasi di svolgimento dell'attività motoria e sportiva;
- utilizzare termini tecnici appropriati alle diverse tipologie di attività motoria e alle diverse discipline sportive.
All'acquisizione di abilità comunicative contribuiscono, in particolare, gli insegnamenti degli ambiti di base e caratterizzante psicologico e pedagogico.
I risultati di apprendimento attesi relativi alle abilità comunicative di giudizio saranno valutati fondamentalmente attraverso l'organizzazione di lezioni e seminari tra pari con assistenza di docenti e/o di tutor. Le abilità comunicative sono inoltre oggetto di valutazione nella prova finale.